l'occhio

Osservare il mondo con sguardi che rievocano il tempo dell’infanzia e punti di vista che si addentrano nei particolari comprendendo grandi visioni d’insieme.
 

“Ancora un altro Pinocchio illustrato. L’ennesimo. Evviva! Opera di una disegnatrice dall’animo collodiano” che entra così a pieno titolo nella nutrita schiera di “figurinai” che si sono cimentati, con risultati eccellenti, con il capolavoro di Carlo Lorenzini. 

Le immagini di Renata Besola non sono tuttavia solo “particolari”, comprendendo in questa accezione: originalità di interpretazione, gusto compositivo, maestria tecnica, armoniosità e compiutezza di risultati.

Infatti, se da un lato attingono alla miglior tradizione del libro illustrato per ragazzi e bambini di ogni età, dall’altro si ispirano ad un recente, celebre antesignano – il Pinocchio di Roberto Innocenti – le cui tavole però trascendono alla luce di un diverso “occhio”, di un simile per certi versi eppure opposto modo di guardare alla realtà intima delle cose, venato anch’esso di poesia e di una soffusa malinconia.

Stefano Sibella, Capo Redattore Area Ragazzi, De Agostini Ragazzi, Febbraio 2001 

PER INFORMAZIONI: